Ha una domanda?
  • Prodotto/Numero articolo:
  • Commento:
  • Nome & Cognome:
  • Email:
  • Telefono:
Invio modulo
 | Deutsch | Français | English
Wellnessproducts.ch
Wellnessproducts.ch
0 prodotti nel carrello

Wellnessproducts > TENS contro il dolore

Artrosi

L'artrosi è una tra le malattie articolari più comuni e diffuse, e colpisce quasi tutti almeno una volta nella vita. È una condizione che si sviluppa a causa dell'usura delle articolazioni.
69.jpg
La funzione delle articolazioni
Le articolazioni costituiscono i collegamenti tra le ossa e si prendono cura, insieme ai muscoli, delle funzioni motorie. Lo strato cartilagineo tra le ossa, la cui funzione è quella di assorbire i colpi, è flessibile, e può deformarsi. Esso costituisce una superficie ideale di scorrimento ed è alimentato con le sostanze nutritive necessarie attraverso il liquido sinoviale.

L'importanza del movimento
In caso di pressione, parti del liquido vanno perse, per poi essere recuperate quando la pressione diminuisce. È per questo che una pressione normale, eseguita con un'attività fisica regolare, è molto importante per la buona salute delle cartilagini.

L'usura delle articolazioni
Con la perdita di elasticità causata dall'età, dal sovraccarico delle articolazioni, dalle malformazioni o dalle lesioni che possiamo subire, lo strato di cartilagine diventa molto sottile con il passare del tempo, e pertanto le cartilagini a un certo punto non riescono più svolgere la loro funzione di assorbimento degli shock. Nei casi peggiori, le ossa finiscono per sfregare le une contro le altre, fino a portare all'artrosi. Sforzi fisici molto intensi e obesità sono alcuni dei fattori che scatenano il sovraccarico articolare.

Varie forme di artrosi
Nella condizione di 'osteoartrite primaria' si manifesta una certa debolezza cartilaginea, spesso per ragioni ignote. Si parla invece di 'osteoartrite secondaria' quando l'agente scatenante è un incidente, un'infiammazione o una sollecitazione inappropriata, e di 'osteoartrite attivata' quando si verifica un versamento articolare a causa di un sovraccarico. In quest'ultimo caso le articolazioni causano dolore ogni volta che si esercita una pressione; le aree colpite sono rosse, surriscaldate e gonfie.

Le aree colpite
Tutte le giunture nel nostro corpo possono essere colpite da osteoartrite, tuttavia possiamo osservare una maggiore frequenza nell'area intorno al ginocchio (gonartrosi) e all'anca (coxartrosi), ma anche alle caviglie, nella colonna vertebrale inferiore e nelle articolazioni mediane e finali delle dita.

Quali sono i segnali
Nell'articolazione interessata, si percepisce un vago senso di tensione all'inizio di un movimento o in caso di sollecitazione, che può manifestarsi occasionalmente o diventare permanente. Spesso si manifestano dolori da affaticamento, insieme ad una sensazione di calore e gonfiore, pur non essendoci un gonfiore visibile.

Altri fattori
Anche le condizioni climatiche avverse (freddo e umidità) possono contribuire al peggioramento delle condizioni. Come conseguenza, in molti pazienti si manifestano dolori muscolari dovuti al sovraccarico che si esercita quando i muscoli si contraggono. Versamenti articolari e rumori delle articolazioni sono tra gli altri sintomi più comuni, e la mobilità ne risulta sempre più limitata.

L'artrosi dell'anca
Nel caso dell'artrosi dell'anca, la malattia progredisce lentamente, soprattutto con l'avanzare dell'età. Un difetto della postura congenito che non è stato corretto durante l'infanzia, gambe di lunghezza diversa e obesità sono tra le cause più frequenti dell'artrosi dell'anca. In questo caso, i dolori sono particolarmente evidenti al mattino, sono più forti nell'anca ma possono irradiarsi fino a inguine, glutei, cosce e ginocchia. E non è raro che questa forma di artrite venga confusa con la sciatica.

Le fasi della malattia
Il decorso della malattia si sviluppa in più fasi: prima lo strato di cartilagine si dirada, poi il problema si estende al tessuto connettivo. Il corpo cerca di tamponare la perdita di cartilagine e può provocare la formazione di una cisti. Alla fine l'osso stesso si trasforma, creando delle protuberanze ai bordi, e mentre il corpo cerca di attutire la pressione sull'articolazione, quest'ultima si deforma a sua volta, i muscoli si ritirano e l'articolazione assume una cattiva postura. E soprattutto nel caso delle dita, si può arrivare ad un notevole ispessimento delle ossa.

Fattori di rischio
Le cause dell'osteoartrite sono diverse. Come già accennato, l'artrosi può manifestarsi come risultato di lesioni, infiammazioni e sollecitazioni eccessive, ma vi sono anche cause ormonali, neurologiche, genetiche e mediche. Con l'avanzare della età aumenta anche il rischio di sviluppare l'artrosi, ma i sintomi della malattia non si manifestano in tutte le persone allo stesso modo. Si può sviluppare la malattia, infatti, anche senza alcun sintomo.
Effetti limitati del trattamento
I danni causati dall'artrite non possono essere sanati. Purtroppo, la maggior parte delle terapie vengono avviate solo quando il dolore raggiunge la soglia della non sopportabilità e gli indurimenti muscolari sono già avviati. Durante questa fase spesso si verifica un accorciamento dei muscoli che, nella fase finale della malattia, produce dolore anche nello stato di riposo.

Terapia ed esercizio fisico
Lo scopo della terapia è principalmente quello di ridurre il dolore ed arrestare l'ulteriore deformazione dell'articolazione, in modo da evitare altre limitazioni nei movimenti. La terapia si svolge in equilibrio tra cura ed esercizio fisico regolare, perché la cartilagine interessata deve continuare ad essere alimentata con sostanze nutritive e i muscoli che le portano alle giunture vanno rafforzati, ecco perché l'attività sportiva è importante. E siccome non è facile fare attività fisica in condizione di limitazione motoria, la EMS - elettrostimolazione muscolare - come allenamento mirato per rafforzare determinati muscoli costituisce uno dei trattamenti più preziosi.

Le protesi
Nei casi più gravi esiste la possibilità di usare una protesi articolare artificiale. Con un dispositivo TENS si riesce a ottenere la riduzione del dolore sia nei muscoli che - dopo la consultazione con un medico - in caso di protesi articolare. TENS è la sigla utilizzata per "stimolazione nervosa elettrica transcutanea". Si tratta di un metodo scientificamente sperimentato di stimolazione elettrica. Impulsi elettrici di bassa frequenza raggiungono determinate fibre nervose e bloccano la trasmissione delle informazioni del dolore al cervello.

Uso domestico della TENS
Basta un piccolo dispositivo TENS con gli elettrodi giusti: la terapia TENS può essere eseguita a casa dopo una dimostrazione iniziale, e il medico dovrà indicare l'esatto posizionamento degli elettrodi sui punti da trattare. In caso di artrite, di solito si usano due elettrodi lunghi e stretti. Il trattamento deve essere impostato tra 2 e 10 Hz, fino a raggiungere la contrazione muscolare desiderata. Nel caso dell'osteoartrite del ginocchio, si possono utilizzare quattro piccoli elettrodi da disporre intorno all'area dolorante, per esempio la rotula. Dopo diversi trattamenti è utile modificare la posizione degli elettrodi.
17.09.Eszter Langer