Ha una domanda?
  • Prodotto/Numero articolo:
  • Commento:
  • Nome & Cognome:
  • Email:
  • Telefono:
Invio modulo
 | Deutsch | Français | English
Wellnessproducts.ch
Wellnessproducts.ch
0 prodotti nel carrello

Wellnessproducts > TENS contro il dolore

Sindrome lombosacrale (LS-Syndrome)

Dietro il termine 'sindrome' si nasconde tutta una serie di sintomi di varia natura. Per questo motivo, la sindrome della colonna vertebrale lombare non corrisponde ad alcuna malattia specifica, bensì a diversi sintomi che interessano la regione lombare.
77.jpg
La parte più bassa della colonna vertebrale
La colonna vertebrale lombare, con le sue cinque vertebre lombari, costituisce la parte più bassa della colonna vertebrale, che termina con l'osso sacro e il coccige. La colonna vertebrale è costituita da 33 o 34 vertebre, dai dischi intervertebrali e dai legamenti corrispondenti, e infine dal canale spinale in cui si trova il midollo. È grazie alla colonna vertebrale che possiamo stare in posizione eretta, piegarci, allungarci o ruotare di quasi 90 gradi.

L'importanza dei dischi intervertebrali
Questo ci fa già capire quanto utilizziamo la colonna vertebrale per i movimenti quotidiani. La vera mobilità della colonna vertebrale è garantita dai dischi intervertebrali, gli unici corpi elastici della zona. Il loro ruolo è fondamentale, e se trascurati possono portare a conseguenze anche molto dolorose.

L'usura dei dischi
I dischi intervertebrali si deformano quando sottoposti a pressione, e sono costituiti di un tessuto speciale pieno di liquido. Con l'avanzare dell'età i dischi spesso diventano porosi o si seccano completamente, ma questo fenomeno può avere inizio anche all'età di 20 anni, spesso a causa dei movimenti quotidiani o per cattive posture. Le piccole articolazioni vertebrali e i legamenti vengono colpiti sempre di più e la colonna vertebrale finisce per atrofizzarsi.

Quali sono le conseguenze sui muscoli?
Alcuni muscoli e legamenti possono accorciarsi, altri si allungano, e nascono contratture e tensioni muscolari. Può anche accadere che il corpo reagisca con una densificazione ossea o producendo escrescenze ossee sulle vertebre. Un cambiamento nella forma dei dischi può esercitare una certa pressione sui nervi, come nel caso dell'ernia del disco, o portare a un'usura della cartilagine che, come nel caso dell'artrosi del ginocchio o dell'anca, conduce ad una infiammazione articolare, a gonfiori o addirittura alla deformazione della articolazioni.

Quali sono i sintomi?
Quando i pazienti si lamentano a causa dei dolori dorsali, nella maggior parte dei casi è la colonna lombare ad essere interessata. I sintomi della sindrome della colonna vertebrale lombare si manifestano con un dolore sordo o lancinante sulla colonna lombare, che si irradia a volte fino alle gambe. In genere si distingue tra dolori acuti e dolori cronici della colonna lombare.

Il dolore acuto
In caso di dolori acuti, la causa è molto spesso un'ernia del disco, che si manifesta nella parte inferiore del dorso a seguito di una forte sollecitazione. Questo tipo di dolore acuto e improvviso raggiunge addirittura i piedi e porta a una ridotta mobilità fisica, inoltre gli starnuti e i colpi di tosse intensificano il dolore. Possono manifestarsi un certo formicolio o una riduzione della sensibilità, come se la gamba fosse avvolta nel cotone, o ancora debolezza muscolare e paralisi.

Il blocco improvviso
Un'altra causa del dolore acuto è il 'blocco' di una o più articolazioni vertebrali. Questo blocco viene definito, nella terminologia medica, come disfunzione articolare segmentaria, in quanto dovuto a un disturbo temporaneo della mobilità di un'articolazione. Questo dolore si manifesta improvvisamente e rende impossibile eseguire certi movimenti da un momento all'altro.

Quale può essere la causa?
La causa potrebbe essere quella di un sollevamento brusco di oggetti pesanti o di un movimento inopportuno mentre si è ricurvi. Il corpo reagisce con una tensione muscolare immediata per immobilizzare l'area intorno all'articolazione bloccata. Sono ugualmente possibili scenari meno drammatici di blocco improvviso, dove i dolori non sono molto acuti.

La sindrome cronica
La sindrome della colonna lombare cronica comprende tutte le alterazioni degenerative dei dischi intervertebrali e dei corpi vertebrali dovuti all'usura, compresa l'artrite delle articolazioni vertebrali, la cosiddetta sindrome delle faccette articolari. Anche un'ernia del disco moderata può ugualmente portare alla sindrome della colonna lombare cronica.

Altre ipotesi
L'usura può causare il restringimento del canale spinale o stenosi spinale, anch'essa associata al dolore cronico. Lo scivolamento vertebrale o la deformazione della colonna vertebrale su un lato sono altre due manifestazioni cliniche nel campo della sindrome della colonna lombare cronica. Anche una muscolatura della schiena troppo debole o tensioni muscolari possono portare a durezza muscolare nella zona lombare, e in caso di osteoporosi si può arrivare alla frattura di una vertebra, e quindi alla sindrome lombare cronica.

Il termine più utilizzato per questo quadro clinico
La maggior parte di questi sintomi viene generalmente ricondotta alle "malattie degenerative della colonna vertebrale", perché tutti dovuti all'usura. E non è raro che queste manifestazioni cliniche compaiano insieme, il che rende difficile determinare la causa del dolore.
Immediato sollievo dal dolore
Nella fase iniziale di un'ernia del disco si possono ottenere buoni risultati con un trattamento fisioterapico. Tuttavia, il primo aspetto da considerare dovrebbe essere il sollievo dal dolore.

Cosa si può fare dopo la fase acuta?
In ogni caso, dopo la fase acuta, e cioè quando il dolore è già diminuito e il corpo vertebrale è stato sbloccato, la terapia prevede un allenamento mirato dei muscoli addominali e dorsali, la cui importanza non va sottovalutata. L'esercizio muscolare dovrebbe essere accompagnato da abitudini corrette e da una certa attenzione alla postura corretta quando si compiono certe attività, come quando si solleva un oggetto o si cambia posizione da seduti, e allo stesso modo si raccomandano esercizi di rassodamento e il rilassamento.

L'importanza della prevenzione
Nei problemi dovuti all'usura, il processo che ha portato al dolore non può essere più annullato, ed è quindi particolarmente importante prendere misure preventive rapide, in modo che il processo non peggiori.

Il trattamento con TENS
Una terapia con la stimolazione elettrica - come nel caso della stimolazione nervosa elettrica transcutanea (TENS) - agisce sulla muscolatura interessata al fine di alleviare il dolore e migliorare la circolazione sanguigna. La TENS utilizza impulsi a bassa frequenza per bloccare le cellule sensibili al dolore ed agisce in maniera tale da ridurre il dolore passando per le cellule nervose del midollo spinale.

Un trattamento da eseguire facilmente a casa
Il trattamento TENS è ideale per l'autotrattamento a casa. È possibile utilizzare il dispositivo (per esempio il Promed Digi 3000 TENS) e gli elettrodi più volte al giorno per un minimo di 30 minuti e per una o più ore. Per il dolore della colonna lombare possono essere applicati quattro elettrodi posizionati a destra e sinistra della colonna vertebrale o solo due elettrodi grandi con frequenza alta o bassa. È meglio essere aiutati da qualcuno per fissare i pad perché in questi punti risulta un po' difficile farlo da soli.
17.09.Eszter Langer